FRANCESCO PEZZULLO RISPONDE AL VICE SINDACO I COMMERCIANTI DI FORIO SONO ABBANDONATI NESSUNO TUTELA NESSUNO

FRANCESCO PEZZULLO RISPONDE AL VICE SINDACO I COMMERCIANTI DI FORIO SONO ABBANDONATI NESSUNO TUTELA NESSUNO

Gentilissimo direttore, vorrei la possibilità di replica all’articolo di ieri in merito alla risposta del vice Sindaco di Forio.

Il grido d’allarme da me lanciato a tutela dei commercianti e dell’economia del paese viene mal interpretato e sottovalutato. Attribuire solo alla grande distribuzione la crisi del commercio è superficiale. Come superficiale e puerile è l’attacco alla rappresentatività della Confesercenti. La Confesercenti è una delle grandi associazione di categoria d’Italia, che conta sull’intera isola centinaia di iscritti e su Forio più di 70 iscritti (come si rileva dai dati INPS e non a chiacchiere).
Ma ciò non è importante, perché il rispetto che dovrebbe l’amministrazione di Forio ed il Vice Sindaco che la rappresenta, nei confronti degli iscritti Confesercenti non dovrebbe essere legato al loro numero.
Del resto Il signor Savio non contesta i fatti come rappresentati nell’articolo a mia firma:
– la chiusura di un esercizio commerciale in piena estate e nel centro di Forio, in piazza san Gaetano, è dato di fatto non sconfessabile;
– non è sconfessabile il diffuso malumore dei commercianti (non degli iscritti alla Confesercenti) di Forio ed in particolare di piazza San Gaetano (piazza medaglia d’oro Luca Balsofiore), tant’ è che sfugge al Savio la nota dell’11.06.19 (prot.n. 19189) con la quale i commercianti di Piazza San gaetano hanno chiesto all’Amministrazione ed al Sindaco un cambio di location per le serate dell’evento dr. Why, proponendo il trasferimento ad altra piazza quale quella di Piazza Municipio;
– né è sconfessabile come nella stessa nota i commercianti affermano di stare vivendo “una crisi epocale, le vendite sono calate del 50%. Aprile e maggio sono stati disastrosi per la categoria ed ormai siamo in ginocchio e non possiamo permetterci di perdere ulteriori giorni di lavoro. Queste 10 serate…. ci daranno il colpo di grazia…”
Savio pertanto sbaglia quando “… nega anche il diffuso malumore che il presidente di Confesercenti aveva attribuito a diversi commercianti per l’eccessiva concentrazione di eventi estivi in piazza San Gaetano” e quando aggiunge che la CONFESERCENTI non riporterebbe il reale “polso” della situazione: «Sul territorio di Forio e dell’intera isola, come rappresentatività la Confcommercio è molto più presente di Confesercenti. La prima conta circa cento iscritti su Forio, e la loro valutazione è completamente diversa..
Sbaglia perchè non solo ciò non è vero, per quanto sopra detto, ma soprattutto perchè tiene conto di una sola campana e non approfondisce con un contatto diretto con i commercianti e tutte le rappresentanze di categoria.
In realtà il problema è che chi rappresenta la Confcommercio é anche legale rappresentante dell’associazione che organizza eventi in piazza durante l’estate e chiedere all’oste se è buono il suo vino è da sciocchi.
Come potrebbe chi organizza gli eventi (con il patrocinio morale ed economico del Comune di Forio) e spende il suo nome, criticare l’operato stesso quindi questo è il metro che usa in tutto …non essere onesti con se stessi e da folli ..
Ciò non vuol dire la Confesercenti non ritiene auspicabili sul territorio del Comune di Forio eventi di carattere culturale e di intrattenimento, ma che suggerisce, secondo buon senso, che gli stessi avvengano nei luoghi più idonei e casomai non in pieno agosto quando c’è un afflusso di turisti sull’isola già di per se notevole e numerosissime iniziative tutte concentrate nel mese di agosto. E che le stesse siano programmate e pubblicizzate in modo diverso e con congruo anticipo e sempre e solo dopo la consultazione dei commercianti e delle categorie di rappresentanza degli stessi.
Del resto non è stata la stessa amministrazione a sospendere le dette serate nel mese di agosto per riprenderle a settembre? Segno evidente che la confesercenti ed i commercianti di Piazza san Gaetano avessero delle ragioni evidenti.
Al Vice Sindaco ricordiamo che non ci sono associazioni più importanti e/o più rappresentative di altre e che questa sua valutazione la dice lunga sul sistema su cui si porta avanti l’azione amministrativa di tutto il paese. Si chiamano gli amici e yes man e degli altri non ci si cura.
Riteniamo che piuttosto che addossare le colpe della crisi turistica in modo semplicistico alla grande distribuzione ben farebbe il Vice Sindaco a concentrarsi sulla risoluzione dei problemi che di fatto creano un freno alla crescita turistica a Forio, quali il traffico, la cattiva gestione della N.U (negli ultimi mesi problemi di raccolta, puzza dei mezzi e miasmi per strada, etc.), la programmazione degli eventi e la loro pubblicizzazione in tempo; la depurazione, la tutela dell’ambiente, e dei numerosi altri problemi che attanagliano il paese e creano un freno alla sua Economia. La problematica suolo pubblico che conosce bene e non avete messo la stessa volontà che avete usato con le bancarelle, dai fatti si capisce che non volete aiutare la categoria come dice.. o ha fatto un controllo con Confcommercio e riscontrato che non ci sono iscritti sul corso F,sco Regine e Piazza San.Gaetano ?
Nel leggere l’articolo in cui sono riportate le affermazioni del Vice Sindaco è, del resto, lo stesso ad evidenziare che “Ci sono molti turisti sull’isola che non spendono oppure spendono pochissimo, di conseguenza è naturale che alcuni commercianti soffrano…..”
Quindi si riconosce un turismo di bassa qualità segno evidente che l’amministrazione del paese è indirizzata a favorire tale tipologia di ospiti e che le sue attività, così come formulate, vanno in tale direzione. E’necessario, pertanto, un cambio di rotta.

CHE DIRE SU QUANTO AFFERMATO DAL VICE SINDACO SULL’AMBULANTATO
In primis: non è vero che lo scrivente abbia provveduto a “.. denunziare il problema quando ad agosto è oramai finito, mi sembra quantomeno strumentale e lascia il tempo che trova..”
E’ da anni che lo scrivente si batte per la lotta all’ambulantato abusivo. Ella stessa, gentile Direttore, potrà verificare i numerosi articoli di giornale in cui ho evidenziato il problema e denunziato fatti e circostanze nel corso degli ultimi anni. Solo sul suo giornale, prima dell’estate, si leggano gli articoli del 30/5/19, 9/6/19 e su altro giornale locale del 16/4/19 e 27/5/19 e su Tele Ischia il 24/5/19

NUMEROSE LE SEGNALAZIONI
AL COMANDO DEI VIGILI
Aggiornamenti Ambulanti abusivi settimanali e mensili con centinaia di foto e video di quello che realmente succede sul territorio, documenta sulla pagina di Facebook Confesercenti isola d’Ischia e la mia pagina personale. 
Ben può lo scrivente affermare che soprattutto a seguito dei suoi continui interventi si è attuata una politica a difesa della legalità.
Ed inoltre va chiarito che solo a seguito delle numerose lamentele e denunzie giornalistiche dello scrivente l l’Amministrazione Comunale ha approvato una variante al regolamento, consentendo, la presenza di bancarelle nel centro di Forio …

48 Visualizzazioni
Graziano Petrucci

Graziano Petrucci

Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli è iscritto all’Ordine degli avvocati. Giornalista pubblicista, si è perfezionato con un master a La Sapienza in «Geopolitica e sicurezza globale» e ha frequentato il master in «Intelligence e Sicurezza» presso La Link Campus University di Roma. Cura la rubrica «Caffè Scorretto» per il quotidiano di Ischia e Procida Il Golfo. Componente dell’associazione «Studi Tradizionali e filosofici Raimondo Di Sangro» di Napoli che si dedica allo studio delle civiltà del passato per una migliore conoscenza del presente. Scrive brevi racconti per «La rivista intelligente.it». Si occupa di comunicazione.