Annalisa Chirico è l’esempio di meridionale da non seguire

Annalisa Chirico è l’esempio di meridionale da non seguire

“Un popolo che economicamente è più debole, più lento, alla lunga rischia di essere anche moralmente inferiore”.

Lezioni di moralità dalla giornalista Annalisa Chirico ieri su La7. Dopo aver affrontato il discorso Feltri, Giletti passa al dibattito. Dibattito dove la signora Chirico si distingue, bisogna dirlo. La Chirico, brindisina, nata a Cisternino, lascia la sua terra d’origine perché evidentemente vuole fare “il salto morale”.

È nota, ma si fa per dire, per aver avuto una relazione con Chicco Testa, 68 anni, e per le foto in cui la ritraevano su uno yacht con Montezemolo. È anche giornalista Annalisa che scrive per “Il foglio”, ma precedentemente anche per “Il Giornale”, quando a capo c’era Paolo Berlusconi, condannato in via definitiva per fatturazioni false, condanna aggiuntiva rispetto a tutta una serie di patteggiamenti per truffa, corruzione e falso in bilancio.

Chi più ne ha, più ne metta, insomma. È anche scrittrice. Il titolo del sul unico libro è “Siamo tutti puttane – Contro la dittatura del politicamente corretto”, dove rivendica la libertà di scegliere la vita che si vuole a costo di farsi male. “Siamo tutti puttane è un inno al diritto di ciascuno di farsi strada come meglio può” – dice la Chirico.

Niente da obiettare. Ognuno nella vita davvero deve fare ciò che meglio crede per farsi strada, basta che poi non si venga a fare “la morale” in diretta tv. Ai meridionali, soprattutto, diventati un capro espiatorio e un argomento trattato da cani e porci.

3.004 Visualizzazioni
Ylenia Petrillo

Ylenia Petrillo

Laureata in lingue, insegno lingua inglese ai ragazzi di scuola elementare e media. Sono appassionata di storia locale, con particolare attenzione agli aspetti peculiari della terra in cui vivo, convinta del fatto che il rispetto per tutte le culture, passa sempre attraverso il rispetto e la conoscenza della propria.