Dittatura padana. La Lombardia ha la libertà di fatturare, al Sud non è concessa

Dittatura padana. La Lombardia ha la libertà di fatturare, al Sud non è concessa

Secondo gli ultimi dati disponibili di Allerta LOM (l’app che calcola il grado di rischio contagio della Regione Lombardia), ci sono oltre 40 mila lombardi con sintomi da Coronavirus che escono ogni giorno da casa per andare a lavoro.

Grazie al questionario che compilano gli utenti della app, si evince che 19.500 di questi hanno almeno due sintomi riconducibili al Covid-19; 7.500 persone hanno almeno tre sintomi; 18.500 persone hanno invece avuto contatti con familiari, amici o colleghi di lavoro risultati poi positivi al tampone. Si spostano  lungo l’asse Milano-Bergamo-Brescia-Monza che, guarda un pò, corrisponde ai principali centri dell’epidemia.

La verità è che questa gente non solo non ha mai chiuso davvero niente, ma che il capitalismo assassino, di cui la Lombardia si fa portatrice e fiera sostenitrice, non deve morire. Può morire, invece, la povera gente costretta a rischiare tutti i giorni pur di non fermare la regione che ha il 21% del Pil italiano, come ci è stato ricordato più volte nel corso di queste settimane, dai soliti noti.

Un’altra verità è che la Lombardia comanda tutti e aprire, o almeno semi-aprire decentemente solo il Sud per il momento – che non ha affatto questi numeri di contagio – avrebbe comportato l’ira della Regione più prospera d’Europa, perché così fu deciso che dovesse andare: concentrare tutto in una unica Regione o poco più. Non sia mai che il Sud possa riprendere prima. Poi ci offendono dicendo che non abbiamo voglia di lavorare. Per esempio, uno a caso: Zaia.

Lo diceva, invece, ieri sera Sallusti, ma lo ripete Fontana da giorni: a questa gente non interessa nessuna libertà, come ad un semplice cittadino, interessa “la libertà di fatturare”. Eppure Zaia tuona: “nessuno osi affermare che noi pensiamo solamente al denaro”. Ma no, quando mai. Ci sono solo 40.000 lavoratori che girano per il Nord con sintomi, costretti a mandare avanti il vostro capitalismo.

Al Sud subiamo un altro tipo di dittatura, oltre agli attacchi giornalieri, ma non da oggi, non da marzo. Non certo quella della limitazione agli spostamenti per motivi sanitari.

La dittatura che subiamo da sempre è quella padana. Per la quale pagano gli stessi cittadini lombardi pur, a volte, senza rendersene conto, e senza comprendere a pieno che il loro nemico non siamo noi ma quelli che hanno in casa. Dittatura economica che, però, paghiamo soprattutto noi al Sud, come al solito. Anche stavolta.

2.411 Visualizzazioni
Ylenia Petrillo

Ylenia Petrillo

Laureata in lingue, insegno lingua inglese ai ragazzi di scuola elementare e media. Sono appassionata di storia locale, con particolare attenzione agli aspetti peculiari della terra in cui vivo, convinta del fatto che il rispetto per tutte le culture, passa sempre attraverso il rispetto e la conoscenza della propria.