Protesta a Ischia. Sciopero della fame a piazza degli Eroi (video)

Protesta a Ischia. Sciopero della fame a piazza degli Eroi (video)

L’esasperazione di vivere senza soldi, disoccupazione dimezzata, cassa integrazione non per tutti e bonus dei 600 euro sospesi. Una lunga serie di disagi che hanno costretto Pietro Pesce a inscenare uno sciopero della fame a piazza degli Eroi a Ischia, una dimostrazione contro la classe politica assente in questo periodo di grande emergenza. Sono circa 90.000 le domande respinte dall’Inps per i lavoratori stagionali, persone che lavorano sei mesi in condizioni estreme, che pagano regolarmente le tasse.

Da tre anni circa, la disoccupazione è stata dimezzata “grazie” (si fa per dire) a Matteo Renzi che, per campagna elettorale, inserì nella busta paga degli italiani i famosi 80 euro. Ebbene, il “grande” politico per dare questi soldi, pensò bene i dimezzare l’indennità di disoccupazione a tutti gli stagionali italiani, mettendoli, di fatto, in mezzo a una strada.

Le scelte politiche sbagliate si vedono anche ai giorni nostri, con la pandemia di Covid-19 che ha fermato l’economia globale, le persone devono mangiare, le promesse fatte fino a oggi sono rimaste tali, solo promesse.

Pietro Pesce si è fatto portavoce di tutte quelle persone che non hanno il coraggio di ribellarsi, la voce di quelle persone che sono sotto lo schiaffo di una politica clientelare. A piazza degli Eroi, solo contro tutti, in una domenica di maggio, nel giorno della festa di Santa Restituta, dove non sono mancati fuochi d’artificio.

Pietro, Ischia è con te.

1.842 Visualizzazioni
Marcello De Rosa

Marcello De Rosa

Amo la mia terra senza se e senza ma. Scrivo la verità perché la verità ci rende liberi. La mia libertà la conquisto giorno dopo giorno svelando il marcio della nostra società