Scandalo della moglie di Attilio Fontana sull’appalto dei camici

Scandalo della moglie di Attilio Fontana sull’appalto dei camici

Cinquecentomila euro, questa la cifra dell’appalto vinto dalla “Dama SpA” di proprietà del cognato e della moglie del governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Una fornitura di 7.000 set costituiti da camice, copricapo e calzari al costo a 9 euro e 75.000 camici a 6 euro.

Se questo appalto lo avesse vinto la moglie di qualsiasi altro governatore del Centro Sud, sarebbe scoppiato un putiferio, apriti cielo. “Roma ladrona” oppure, “Terroni ladri” e chi più ne ha, più ne metta. Invece è successo nella Regione più facoltosa e importante d’Italia, nessun titolone contro, nessuna censura. D’altro canto, lo stesso Fontana ha minacciato di querela a “Report” e una diffida alla Rai, cosa poi non avvenuta, perché la trasmissione è stata fatta.

Il Sud chiede le immediate dimissioni di Attilio Fontana, anche e soprattutto per il grande dispendio di soldi per un ospedale che non è mai entrato in funzione. Il Sud è stanco di essere preso in giro da una politica e una magistratura che adotta due pesi e due misure rispetto al nord.  

645 Visualizzazioni
Gigi Lista

Gigi Lista

Sono un attivista a difesa dei territori e la cultura millenaria delle nostre identità. Il mio sentimento antisistema mi ha portato a sviluppare dei canali per creare piattaforme d'informazione libera che possano battere colpo su colpo contro le infamie e la disinformazione mainstream. Combattere è la mia vita, insorgere è giusto!