Giugliano in Campania, demolita la nostra storia per costruire complessi residenziali.

Giugliano in Campania, demolita la nostra storia per costruire complessi residenziali.

La provincia di Napoli, precisamente Giugliano, è nota per la cosiddetta “Terra dei Fuochi”. Un marchio destinato a rimanere nella storia di questa terra, storia a dir poco negativa. Eppure, Giugliano, come anche altri comuni limitrofi ha ben altro da offrire. La demolizione di quello che è stato chiamato “villaggio Zaccaria”, è l’emblema di un paradosso che accompagna la terra che abitiamo e che abbiamo deciso di calpestare malamente nel tempo. Il Villaggio Zaccaria era (ormai non c’è più) un casale del Settecento, costruito sui ruderi di una villa romana a sua volta sostituita da un casale di epoca medievale. Architettonicamente presentava gli elementi architettonici tipici del dicottesimo secolo: un palazzotto baronale ed un pozzo a quattro colonne, una chiesa ed un nucleo di case, dove si producevano i prodotti agricoli della Campania Felix.

L’elemento architettonico di maggior interesse era sicuramente la Chiesa dedicata a S. Francesco d’Assisi, destinata a parrocchia rurale fino agli anni ’40, ma l’impianto originale della Chiesa risale al sec. XVI. Purtroppo l’intero complesso si presentava in stato di abbandono e di fatiscenza, anche se l’affresco della cupola, settecentesco, che raffigura Cristo nella gloria con la Croce ed il Padre Eterno circondato da Angeli, era abbastanza visibile. Il Villaggio di Zaccaria non è mai stato preso in considerazione anche perché collocato in una periferia ignorata da ricercatori e storici, ingiustamente.

Si poteva fare qualcosa d’altro, anziché demolire e basta? È la domanda che poniamo. La stessa domanda di sempre.

Si è scelto di demolire la Storia per costruire un complesso residenziale di 48 appartamenti, supermercati, piscine.
Si è scelto di demolire un bene che poteva essere portato alla luce e valorizzato. Invece.

2.268 Visualizzazioni
Ylenia Petrillo

Ylenia Petrillo

Laureata in lingue, insegno lingua inglese ai ragazzi di scuola elementare e media. Sono appassionata di storia locale, con particolare attenzione agli aspetti peculiari della terra in cui vivo, convinta del fatto che il rispetto per tutte le culture, passa sempre attraverso il rispetto e la conoscenza della propria.