Palermo, nessuna vittima confermata. È giallo sui dispersi.

Palermo, nessuna vittima confermata. È giallo sui dispersi.

Sarebbero morte due persone in un sottopasso di viale della Regione, a Palermo, completamente allagato per un violento temporale in città. I due erano nella propria automobile quando sono stati sommersi dalla forte pioggia. È questo quanto riportato dalle prime informazioni giunte da Palermo, vittima di un violento acquazzone che ha allagato molte zone della città.

Il marito pare sia sceso dall’auto per chiedere aiuto mentre la moglie era rimasta dentro in attesa, ma la violenza dell’acqua li avrebbe travolti, eppure, ad ora, i corpi non si trovano. Insomma, contrariamente a quanto appreso dalle ultime ore, pare che non ci sia nessuna vittima confermata.

Nella tragica giornata di ieri anche due bambini, uno di soli 9 mesi, sono stati ricoverati per ipotermia, ma fortunatamente non in pericolo di vita. Secondo la ricostruzione anche i due piccoli sarebbero rimasti intrappolati nell’auto, insieme ai loro genitori, in un sottopassaggio di viale della Regione Siciliana.

I sommozzatori dei Vigili del fuoco sono al lavoro per verificare la presenza di altri possibili dispersi. «Attendiamo con apprensione che i Vigili del fuoco ci diano notizie sulle persone che ancora al momento risultano disperse e siamo vicini ai loro familiari», ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo.

Il Comune di Palermo ha lamentato la mancanza di allerta da parte delle autorità preposte. «Tragedie come queste – afferma il governatore Musumeci – debbono farci riflettere sulla necessità di adottare nuove e urgenti strategie di prevenzione e di pianificazione del territorio, specie in quelli devastati da speculazioni selvagge. Ce lo impone il mutamento climatico e la responsabilità del ruolo di chi amministra»

219 Visualizzazioni
Ylenia Petrillo

Ylenia Petrillo

Laureata in lingue, insegno lingua inglese ai ragazzi di scuola elementare e media. Sono appassionata di storia locale, con particolare attenzione agli aspetti peculiari della terra in cui vivo, convinta del fatto che il rispetto per tutte le culture, passa sempre attraverso il rispetto e la conoscenza della propria.