I leciti dubbi dei cittadini campani sull’ordinanza di De Luca

I leciti dubbi dei cittadini campani sull’ordinanza di De Luca

di Vincenzo del Duca

La nuova ordinanza di Vincenzo De Luca: obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto.

Il dubbio dei cittadini campani è più che lecito: ma che senso ha mettere la mascherina all’aperto per strada anche se sono da solo? Sì, perché è proprio questo che recita l’ordinanza: si deve indossare la mascherina anche laddove è possibile mantenere il distanziamento.

I cittadini campani che rispettano le regole si chiedono cosa possono fare più per il contenimento del contagio in un contesto già provato dal Covid e dalle già presistenti difficoltà territoriali. Inoltre non dimentichiamo che l’aumento dei contagi, in una terra con bellezze rare come la nostra, era prevedibile e calcolato dopo un’estate con le frontiere aperte. Premesso ciò, mi domando: piuttosto che minacciare di chiudere e fare show non basterebbero controlli nei luoghi chiusi o aperti laddove le norme non sono rispettate?

Aggiungere ordinanze su ordinanze minacciando nuove chiusure è totalmente inutile se quelle in atto non vengono rispettate. Si potrebbe fare buona politica cercando di andare alla radice del problema. Ad esempio, si potrebbe partire nell’effettuare controlli in quei luoghi chiusi aperti al pubblico in cui non sono minimamente rispettati il distanziamento e l’utilizzo della mascherina.

Ah….i controlli! Quelli che da anni chiediamo ad alta voce senza essere minimamente ascoltati per affrontare il serissimo e purtroppo attuale problema dei Roghi Tossici e della “Terra dei Fuochi”. Stanchi di tante chiacchiere e poca sostanza , noi cittadini campani ci chiediamo se e quando la politica in Campania diventerà un qualcosa di serio.

293 Visualizzazioni
Redazione

Redazione