La resistenza di Arzano contro il lockdown

La resistenza di Arzano contro il lockdown

Commercianti e cittadini sono scesi in strada stamane per protestare contro la chiusura delle attività


L’ordinanza è stata firmata ieri dalla commissione straordinaria e prevede che, da stamane fino a venerdì 23 ottobre, tutte le attività commerciali e le scuole rimangano chiuse per contenere il contagio da Covid-19 che nella provincia di Napoli sta aumentando. La protesta dei residenti e commercianti ha ragione di esistere per la condizione già precaria delle attività economiche, rese deboli dal lockdown della scorsa primavera. Alla rotonda di Arzano, dunque, la protesta si è tradotta nel blocco della circolazione proprio nell’area a nord di Napoli, snodo principale. La maggiore ragione della rabbia dei commercianti è infatti l’incoerenza della disposizione che non vieta di entrare ed uscire da Arzano, per esempio, (come “zona rossa” vorrebbe) ma soltanto la serrata delle attività. Sembra che il Comune stia valutando una sorta di marcia indietro sull’ordinanza. Seguiranno aggiornamenti.

4.175 Visualizzazioni
Ylenia Petrillo

Ylenia Petrillo

Laureata in lingue, insegno lingua inglese ai ragazzi di scuola elementare e media. Sono appassionata di storia locale, con particolare attenzione agli aspetti peculiari della terra in cui vivo, convinta del fatto che il rispetto per tutte le culture, passa sempre attraverso il rispetto e la conoscenza della propria.